Una favola col lieto fine

C’era una volta Google.

Google era un sito famosissimo, parlava decine, forse centinaia di lingue ed era molto amato dai suoi ammiratori. Magari proprio per questo, però, Google sembrava talmente preso dalle grandi questioni internazionali da dimenticarsi delle piccole cose. Tra l’altro, era tanto convinto di saper parlare in tutte le lingue del mondo che, a volte, non si preoccupava più di far controllare a un traduttore esperto le cose che diceva.

E così, gli scappò di mente che l’espressione inglese “and counting” proprio non voleva dire “e conteggio”! Nessuno ebbe il coraggio di dirglielo per lungo tempo, poiché tutti erano troppo intimoriti dal suo potere per parlare.

[Una cache di come appariva la home page di Gmail fino a qualche giorno fa]

Ma un giorno un coraggiosissimo eroe sconosciuto glielo fece notare, e Google, che era anche molto intelligente, ammise il suo errore e si corresse in tutta fretta, contento di avere imparato una cosa nuova.

E da quel giorno vissero tutti felici e contenti. Pure i traduttori.

[Uno screenshot di oggi, con la correzione in evidenza]
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: