Sugli stage utili

In passato, su questo blog, ho parlato spesso dello stage in un’agenzia di traduzioni che svolsi mentre ero ancora all’università e che è stato un vero e proprio trampolino di lancio per la mia attività.

Oltre a insegnarmi tantissimo, mi ha permesso di guadagnarmi la fiducia delle ragazze che lavorano nell’agenzia, che rappresenta tutt’ora uno dei miei migliori clienti.

Non solo: mi ha anche aiutato a costruire una rete di contatti che sono durati nel tempo e che danno frutti ancora oggi, a distanza di anni. In questo periodo, infatti, sto collaborando con due persone conosciute proprio in quell’ambiente, che mi hanno scritto per delle proposte lavorative peraltro molto interessanti.

Questo solo per dare un messaggio di speranza a chi si trova ancora a lottare con stage non retribuiti, contratti a progetto e compagnia bella!

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Giulia
    Mar 13, 2012 @ 22:41:35

    Il mio stage in agenzia di traduzione, dopo la triennale (stage quindi formativo, non retribuito), non ha portato a nulla di concreto, a livello lavorativo. Ho imparato molto (e ho ripassato tutto nella magistrale alla SSLMIT!) ma di fatto non sono arrivate proposte di collaborazione, pur avendo ricevuto un giudizio molto positivo. Da diversi mesi evito accuratamente le offerte di stage, ritenendole ormai purtroppo completamente svuotate della loro primigenia ragion d’essere. Per lavorare gratis ci sono sempre le traduzioni pro-bono 😉

    Rispondi

  2. ross
    Mag 24, 2012 @ 07:53:04

    Purtroppo sono d’accordo con Giulia, la ragazza del commento qui sopra. Forse fino a qualche anno fa, con un po’ di fortuna, si riusciva a trovare uno stage che, seppur non retribuito, poteva davvero portare a qualcosa di proficuo. Non dico assunzione, ma almeno collaborazioni, segnalazioni, contatti vari. Ora invece è prassi diffusa sfruttare gli stagisti fino al limite temporale consentito dalla legge, e poi arrivederci e grazie, avanti il prossimo (fesso). Non importa quanto sei bravo/a, alle aziende ormai interessa avere dipendenti a costo zero, e hanno trovato il modo per farlo.

    A parte questo, complimenti per il tuo blog, è davvero pieno di info utili 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: