Tre spunti di riflessione

Vi segnalo tre articoli che, recentemente, mi hanno dato occasione di riflettere su alcune sfaccettature della lingua e della traduzione:

  • Una lingua per le donne: “quello che non possiamo pensare (perché non abbiamo le parole per pensarlo) è come se non esistesse”
  • Tu and Twitter: il progressivo abbandono della forma di cortesia in francese (ma anche in italiano) a causa delle abitudini linguistiche sui social network
  • Questa traduzione (non) s’ha da fare: quando il traduttore è messo alla prova da un testo che proprio non riesce a digerire

Come sempre, buona lettura!

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. unapubblicitaria
    Ott 17, 2012 @ 12:45:17

    Rispondi

  2. biblitra
    Ott 17, 2012 @ 13:12:07

    Grazie Flavia! Tu lo sai che questo è stato l’argomento della mia tesi magistrale, vero?? XD Però seguendo i link ho trovato qualche parola che ai tempi mi era sfuggita! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: